Il reggae giamaicano tra concerti e mostre

Come un tuffo nel passato, nell’atmosfera dei grandi raduni anni Settanta: una tre giorni di concerti, mostre, dibattiti, corsi di percussioni. Tutto al ritmo reggae. È arrivato alla sua IX edizione il festival nazionale di musica afro-giamaicana «Castello Reggae». Nel prossimo week end, dal 19 al 21 agosto, gruppi provenienti da tutta la penisola si esibiranno sul palco allestito ai piedi del castello medioevale di Alvito, in un paese della Valle di Comino, in provincia di Frosinone. «Castello Reggae - ci racconta Leonardo Arnone, uno degli organizzatori dell’evento - è una manifestazione no-profit, nata per far conoscere una cultura che, dalle radici dell’Africa si è diffusa in tutto il mondo, parlando di ingiustizie e di vittorie, di sofferenza e di amore». Non solo musica. Durante i tre giorni ci saranno anche corsi di percussioni, giochi, mostre di quadri di artisti locali, proiezioni, esibizioni di artisti di strada e una serie di dibattiti con vari filmati. I concerti inizieranno ogni sera alle 21.30. Ad aprire la kermesse il 19 gli «Amalgam Roots», i «Wogiagia» e «Trinakriù». Il 20 sarà la volta dei «Dub Alkemism». I «Suoni Mudù & La Compagnia del teatro Misero» e i «Moodhula» chiuderanno la serata del 21.
L’ingresso è gratuito. È possibile, inoltre, pernottare nel campeggio libero, nei pressi del borgo medioevale (tel: 0776-510949 - www.castelloreggae.org).