Reggina, un club per il derby

Emmanuele Gerboni

Nasce il Reggina Club Genova, ci sono già cento candeline sulla torta ed è un bel vedere. Oggi incomincerà a vivere ufficialmente questo pezzo di Calabria sotto la Lanterna, e sarà la festa che loro sognavano da quando la Reggina non è soltanto una semplice squadra di calcio. Reggina Club Genova, fischio d’inizio e le cento candeline sono gli iscritti. Che hanno saputo e si sono subito mossi. Quella del club era una bella idea di Aldo Praticò, consigliere comunale di Alleanza nazionale, uno che la Reggina ce l’ha dentro e quando può vola al «Granillo» di Reggio Calabria perché sai l’emozione di godersi quei colori dal vivo. Che oggi fasceranno la sede del club in corso Sardegna, la nuova casa di chi ama la Reggina.
«Siamo felici di poter inaugurare il club, il primo nella nostra città. Per noi è una fede, ci muoviamo sempre in gruppo quando gli amaranto giocano vicino a Genova ma adesso avremo la possibilità di riunirci per vedere la Reggina in televisione anche nelle trasferte più lunghe», spiega Praticò che sarà il presidente. E oggi sarà, insieme a tutti gli altri soci del Reggina Club Genova, per un taglio del nastro che più bello di così non si potrebbe. Perché a salutare la nascita di questo club ci saranno anche Lillo Foti e Giovanni Remo, presidente e vice della Reggina: «Speriamo che questa inaugurazione porti fortuna contro la Samp, ci mancano diversi giocatori: non sono molto ottimista, ma speriamo bene. Sarebbe importante ottenere un risultato positivo al Luigi Ferraris», conclude Praticò. Che non vuole fermarsi qui. Entro l’anno nascerà un sito internet del club. Perché cento candeline non basteranno più quando si preparerà la torta per il primo compleanno.