Reggio Calabria, muore guardia giurata dopo tentata rapina alle poste

La sparatoria è avvenuta in un ufficio postale vicino allo stadio di calcio della città. La vittima, Luigi Rende, 31 anni, prima di essere ucciso è riuscito a colpire i tre banditi che, feriti, sono stati arrestati dalla polizia. Due rapinatori avevano precedenti analoghi

Reggio Calabria - Un tentativo di rapina, stamattina a Reggio Calabria, è finito nel sangue. Un vigilante è stato ucciso. Feriti anche tre banditi, stando alle prime notizie. La sparatoria è avvenuta in un ufficio postale vicino allo stadio di calcio della città, dove quattro malviventi, chiusi in un furgone parcheggiato davanti all’ufficio stesso, sono entrati in azione quando il furgone blindato condotto dai vigilanti si è fermato per depositare i soldi all’interno della cassetta di sicurezza. Luigi Rende, 31 anni, guardia di sicurezza dell’istituto Sicurtransport, prima di essere ucciso, è riuscito a colpire tre banditi, che sono rimasti feriti nel conflitto a fuoco, sono stati arrestati dalla polizia e portati in ospedale. Il quarto bandito, catturato è stato condotto in questura. L’autista del mezzo blindato, invece, è rimasto illeso.

Due banditi avevano già fatto rapine Due componenti del commando sono fratelli ed hanno precedenti specifici. È quanto si è appreso in ambienti investigativi. I due sono di Melito Porto Salvo, mentre gli altri due rapinatori sono di Sinopoli, sempre nel Reggino.