Regina delle ambasciate: la Toscana ha 7 sedi estere

Il caso più famoso è quello della sede a New York voluta dal governatore Bassolino. «Casa Campania», la lussuosa sede vicino al Rockefeller Center, è servita a organizzare iniziative come l’allestimento di un presepe costato 60.000 euro. Oppure la mostra sulla «ceramica artistica di San Lorenzello»: 300.000 euro per zero spettatori. Ma si farebbe un torto agli altri governatori a prendersela solo con il povero Bassolino. Esiste anche Casa Sicilia. Ma la vera regina delle sedi all’estero è la regione Toscana. Firenze ha più ambasciate straniere oggi di quando c’era Lorenzo il Magnifico. In totale sono sette per circa 800mila euro l’anno. Il governatore Martini può scegliere tra Bruxelles, New York, Shanghai, Mosca, Francoforte, Buenos Aires e San Paolo.