Per la regina un esercito di 1200 paggi

Dai suonatori di cornamusa che la svegliano ai governanti che la servono in tutto e per tutto

da Londra

Un vero e proprio esercito è al servizio di Sua Maestà britannica, la regina Elisabetta II. Oltre 1200 persone abitano e lavorano a turno nell'ombra 24 ore su 24 nelle residenze di Buckingham, Windsor, Balmoral, Sandringham. Segretari, paggi, dame di compagnia, parrucchieri, giardinieri, chef, maître d'hotel, uomini e donne dai ruoli insoliti. I suonatori di cornamusa (tutti i giorni alle 9 del mattino, sotto le finestre della camera di Elisabetta II, per soli 20 minuti), governanti con il compito di riempire (e svuotare) la vasca da bagno, o aprire (con tanto di particolarissima chiave d'argento) il tubo del dentrificio per evitare le macchie, i valets de pied incaricati di portare a spasso i terribili e viziatissimi corgies e il caffè del mattino al duca di Edimburgo. A svelare la mappa della servitù di sua maestà britannica il settimanale francese Point de vue, che dedica uno speciale allo staff di dipendenti dell'azienda Windsor.
Per tutti stipendi da favola e pochi benefits. Solo 25 giorni di congedo, pasti gratuiti, sconti nelle boutiques royales e la possibilità di assistere alle corse di Ascot. Un esercito di fedelissimi, dunque, compreso il maître d'hotel del palazzo il cui compito è quello di regolare la distanza, a tavola, tra coltelli, forchette e cucchiai o il guardiano dei cigni. Specchio di una monarchia, delle abitudini di una sovrana che ha festeggiato quest'anno i 50 anni di regno sotto il segno della devozione assoluta alla monarchia, al suo popolo. Quasi un reality ripercorrere la sua giornata tipo. Immagini tratte dal suo privato, molto, molto pubblico. Elisabetta II ha sempre avuto gusti semplici. Sveglia alle ore 7.30 del mattino. Una domestica apre le tende, saluta, si allontana. Dietro di lei una seconda persona. Si avvicina con del tè, spesso del Ceylon, offerto su un vassoio d'argento e dell'acqua bollente. Dopo circa un'ora viene servito il breakfast. Uova alla coque, toast e caffè, quest'ultimo giunge direttamente dall'Hotel Savoy di Londra.