Una Regione che vive nel 5 per cento del territorio

Con 642 metri cubi ogni 1000 abitanti la Liguria risulta all’ultimo posto in Italia nel 2006 per numero di nuovi fabbricati residenziali costruiti in rapporto agli abitanti, un valore diminuito ulteriormente rispetto al 2004 quando si attestava a 727,33 metri cubi; la regione è infatti passata dal quart’ultimo posto occupato nel 2004 in rapporto alle altre regioni italiane per nuove volumetrie costruite (1.147.350 metri cubi) al terz’ultimo del 2006 con 1.033.704 metri cubi di nuove costruzioni, diminuendo ulteriormente il numero di nuovi fabbricati costruiti.
Dal confronto con le altre regioni nel periodo 2004-2006 emerge che è la Lombardia in testa alla classifica per numero di fabbricati residenziali nuovi in rapporto alla superficie totale del territorio con 956,01 mc per chilometro quadrato e la Liguria al sest’ultimo posto con 211,77 mc/kmq. Nel 2006 è la Lombardia ancora al primo posto con 989,32 mc per Km quadrato e la Liguria scende al quint’ultimo posto con 190,79 mc/Kmq.
In pratica il 91 per cento dei residenti occupa il 5 per cento del territorio e circa l’80 per cento del territorio presenta una densità inferiore ai 20 abitanti per chilometro quadrato, ospitando solo poco più dell’1 per cento della popolazione, mentre la popolazione dei 63 comuni costieri è pari all’80 per cento del totale.
Sono questi alcuni dei dati emersi nel corso del Meeting della Regione sul paesaggio in corso fino a domani all’Archivio di Stato, nel complesso monumentale di Sant’Ignazio a Genova.