«La Regione conferma l’aumento delle tasse»

«Il bilancio della Regione appena approvato impegna tutto l’aumento dell’Irpef e dell’Irap relativo al 2009, che sarà pari a circa 1,1 miliardi di euro, alla copertura parziale del disavanzo della sanità del 2008, che risulta già essere pari a 1,820 miliardi di euro. Anche la manovra commissariale pari a 375,8 milioni, tra tagli (87,5 milioni), interventi una tantum (92 milioni) e ticket (189 milioni) e il fondino statale di 321 milioni sono previsti a copertura del disavanzo sanitario 2008. Dunque nel 2008 a fronte di un disavanzo di 583 milioni previsto nel piano di rientro avremo invece un disavanzo di almeno 1,820 miliardi, cioè di quasi 1.300 milioni in più. Questo rappresenta il completo fallimento del piano di rientro e delle delibere commissariali di Marrazzo, perché non vi sono interventi strutturali in grado di far scendere la spesa sanitaria ma solo aumenti di tasse e ticket». Lo dice in una nota Donato Robilotta, capogruppo alla Regione Lazio di SR-PdL. «Dunque anche nel 2009 avremo più o meno un disavanzo sanitario di 2 miliardi, dato che si è consolidato in questi anni, e ciò significa non solo che Marrazzo non potrà cancellare, nell’anno elettorale, l’aumento delle tasse, ma dovrà persino aumentarle ancora di più perché non ci sarà più il fondo statale».