La Regione convoca Trenitalia: «Risarcimenti per i pendolari»

Il governatore lombardo Roberto Formigoni ha convocato per venerdì prossimo in Regione i vertici di Trenitalia, un incontro a cui parteciperanno anche l’assessore ai Trasporti Alessandro Moneta e il presidente di Fs Elio Catania. L'obiettivo della Regione, a fronte del permanere di un servizio ferroviario gravemente carente, è quello di avere dalla società ferroviaria il quadro completo degli interventi che, come azienda, può intraprendere per rendere meno disagevole la mobilità dei pendolari lombardi.
Già nella conferenza stampa di fine anno, il 27 dicembre scorso, Formigoni aveva espresso la propria insoddisfazione per il servizio reso dalle Ferrovie, confermando la volontà di intraprendere azioni forti per porre rimedio ad una situazione intollerabile. Va inoltre ricordato che nello scorso autunno erano stati presi da parte di Fs una serie di impegni, e lo stesso Formigoni intende ora verificare se sono stati adempiuti o perché non lo siano stati. Da parte sua la Regione ha svolto in questi mesi una propria attività di controllo, ed è in grado di far presente puntualmente alle Ferrovie quello che funziona e ciò che non va come dovrebbe.
Già ieri l'assessore Moneta ha incontrato al Pirellone i vertici regionali di Trenitalia e di Rfi, avanzando la proposta di misure straordinarie di rimborso a favore dei pendolari. «Le richieste che verranno poste all'incontro di venerdì - dichiara l'assessore - rappresentano per la Lombardia una misura straordinaria ed aggiuntiva rispetto a quanto già si applica per i ritardi riscontrati. Nonostante queste misure, si rende necessario un risarcimento aggiuntivo».