Regione e pendolari: tutti contro Trenitalia

Tutti contro Trenitalia. La Regione accusa: «Farsi trovare impreparati in piena estate di fronte ai turisti e ai cittadini che nelle stazioni non riescono a pagare il biglietto a causa dei guasti alle emettitrici automatiche dei titoli di viaggio è da dilettanti». La pesante critica arriva dall’assessore regionale ai trasporti, Enrico Vesco, che ha scritto a Trenitalia, per richiamare l’azienda a «un impegno immediato di fronte alle innumerevoli segnalazioni da parte degli utenti», in particolare nelle stazioni rivierasche. «Dopo le segnalazioni ricevute - ha detto Vesco - ho deciso di fare personalmente delle ispezioni nelle stazioni della riviera, da Sestri Levante fino alla Spezia, riscontrando un’altissima percentuale di guasti».
Ma anche i pendolari non risparmiano la società, in particolare per una settimana di fuoco quanto a ritardi registrati in particolare sulla tratta Genova-Milano. Dai 19 ai 73 minuti, sono stati molti i treni, specie intercity e regionali veloci, che hanno tradito le attese dei viaggiatori. Anche la frequente rottura dei sistemi di aria condizionata ha scatenato la rivolta dei pendolari.