Regione e Provincia, ecco la spesa calmierata

Contro l’incessante crisi economica arriva la spesa dal prezzo calmierato, sponsorizzata da Marrazzo e Zingaretti. Dal 15 ottobre in 500 supermercati del Lazio (250 solo a Roma) si potrà infatti acquistare un paniere di sei prodotti di prima necessità a 9,90 euro.
Ecco la lista «Lazio spendebene» messa a disposizione dalla Regione e dalla Provincia: un chilo di pane, un pacco da 500 grammi di pasta, un litro di latte, un chilo di carne di pollo o suino, una confezione di passata di pomodoro e due chili di ortofrutta di stagione e locale.
«Bisogna capire - dichiara il governatore Marrazzo - che non si sta accanto ai cittadini con le tessere della povertà, mettendoli in gabbia come in uno zoo. Dobbiamo stargli vicino tenendoli dentro la società». «Di fronte al quadro che si presenta - continua - dobbiamo sapere leggere i problemi dell’economia globale dall’alto ma anche dal basso. Il 44 per cento dei cittadini della regione ogni giorno arretrano verso la soglia della povertà». Prima di Marrazzo anche il presidente della Provincia di Roma ha parlato di «tsunami economico». «Noi - dice Zingaretti - abbiamo il dovere di reagire. Oggi la povertà non riguarda solo fasce marginali, sempre più cittadini vivono nell’incertezza e con la paura del futuro. A tutto questo - continua - si risponde non solo con politiche di sviluppo ma anche facendo qualche cosa di concreto come questa iniziativa che rappresenta una bella collaborazione tra istituzioni che non si duplicano ma cooperano».
L’iniziativa durerà fino a dicembre «ma stiamo già pensando a un altro paniere per Natale» aggiunge l’assessore regionale all’Agricoltura Daniela Valentini. Attualmente hanno aderito i supermercati dei gruppi Conad, Coop, Crai, Consorzio Gros, Sidis Gruppo Mercurio, Car e Mof.