La Regione: impianti aperti anche domenica

Apertura libera degli impianti di carburante sabato e domenica in tutta la Liguria. Dopo i disagi causati dal mancato approvvigionamento di benzina e gasolio per lo sciopero degli autotrasportatori, e considerato il fatto che il prossimo rifornimento potrebbe essere effettuato solamente nelle giornate di domani e sabato, la Regione ha deciso una deroga alle turnazioni degli impianti nel fine settimana.
L’assessore regionale al Commercio, Renzo Guccinelli, invita tutti i Comuni della Liguria, le organizzazioni sindacali dei gestori, l’Unione Petrolifera, le associazioni dei consumatori e gli altri soggetti interessati, a fare il possibile per garantire l’apertura straordinaria degli impianti.
Nella provincia di Genova i distributori di benzina sono 320. Tutti o quasi ieri sera erano rimasti senza benzina per lo sciopero dei tir. «Nelle ultime due giornate - spiega Matteo Rezzoagli, segretario generale della Faib, Federazione autonoma italiana benzinai di Genova - gli impianti aperti vendevano carburante a un ritmo di 4-5mila litri all’ora. Quantità che di solito viene erogata in un giorno».
Non si potrà tornare subito alla normalità, avvertono i gestori. «Gli impianti più lontani dai centri cittadini non potranno essere riforniti in poche ore. Servirà qualche giorno perché tutto torni come prima in ogni zona della Liguria». Ecco perché la Regione invita le amministrazioni comunali a «consentire l’apertura di tutti gli impianti nel pomeriggio di sabato 15 e nell’intera giornata di domenica 16».