La Regione insiste su «parentopoli»

Anche Bonelli «il censore» nella bagarre della parentopoli in Regione. Dando un’occhiata ai nuovi contratti sottoscritti dalla Pisana dall’elezione del neo-presidente Marrazzo (quello delle ingiustizie denunciate a «Mi manda Rai 3»), ecco spuntare fuori il nome di Paolo Stellino, collega di partito e nientemeno che il cognato del verde assessore all’Ambiente, ora stipendiato coi soldi dei contribuenti quale suo sottoposto-segretario. Ancora più sorprendente è che a incamerarsi un salario part-time sia la nipote, Martina, studentessa di 22 anni, figlia di Paolo e della sorella di Angelo, Silvia. Ottomila e rotti euro l’anno decisamente graditi al menage familiare.