La Regione investe solo in pranzi e rinfreschi

Non sono trascorsi nemmeno due anni dall’insediamento, e già la giunta regionale ligure ha perso completamente la faccia. Più che comprensibile, quindi, che il presidente Claudio Burlando voglia puntare su un’imponente operazione di restyling per recuperare, se non in termini di credibilità - obiettivo onestamente impossibile - almeno in termini di relazioni pubbliche e immagine privata. Per questo, incurante del buco di bilancio e delle tasse che gravano sulle tasche dei cittadini, il presidente che non vuol farsi chiamare governatore ha deciso di esagerare con le spese di «P.R. e iniziative di divulgazione dell’attività regionale». Praticamente il 300 per cento in più: da 500mila euro che era la dotazione, non proprio misera, dello scorso anno, a 2 milioni tondi. Che, per carità, lo sappiamo, non basteranno per raddrizzare la baracca (...)