Regione, sì della Cdl ai conti della Sanità

Sono ripresi ieri mattina i lavori della commissione Sanità del consiglio regionale della Lombardia, nonostante la frattura tra il governatore Formigoni e l'assessore leghista alla Sanità Alessandro Cè non si sia ancora sanata. L'assessore è stato sospeso dalle sue funzioni il 29 agosto scorso, ma ieri la commissione Sanità ha dato il via libera al rendiconto generale 2004 e all'assestamento di bilancio 2005 e pluriennale 2005-2007. Assenti, oltre all'assessore Cè, anche anche i rappresentanti dell'Unione, che ha deciso di astenersi dal partecipare alle sedute di commissione in mancanza di un chiarimento. All'apertura dei lavori, quindi, i consiglieri dell'opposizione hanno ribadito di non volere partecipare a questa, come alle altre commissioni consiliari, finché Cè e Formigoni non risponderanno sul futuro dell'assessorato alla Sanità che attualmente è retto ad interim proprio dal governatore lombardo.
Nonostante le difficoltà, la commissione ha dato comunque, a maggioranza, parere favorevole ai documenti di bilancio, che saranno discussi nei prossimi giorni dalla Commissione Bilancio per poi essere messi all'ordine del giorno del consiglio. Quanto al Documento di programmazione economico finanziaria regionale 2006-2008 e al Programma regionale di sviluppo della VIII legislatura, saranno messi in discussione nella prossima seduta della commissione, come richiesto dai consiglieri della Lega Nord.