In Regione scoppia il caso Croce Blu Crisi sale operatorie al San Martino

Il vicepresidente della commissione regionale Sanità, Matteo Rosso, affronta due temi nevralgici per la città: da una parte chiede alla giunta regionale di intervenire con il Comune affinché si trovi al più presto una sede per la Croce Blu di Castelletto, sfrattata dagli storici locali dell’ex Albergo dei Poveri in salita San Nicolò. «I cittadini della zona sono esasperati per mille ragioni: teppisti, spacciatori, scippatori. Ora con la probabile dismissione del servizio pubblico della Croce Blu lo saranno ancora di più», dice Rosso. Poi, il consigliere di Forza Italia interviene sul caso San Martino. «È un fatto gravissimo che l’ amministrazione stia progettando lo spostamento delle chirurgie di urgenza dal Pronto Soccorso al Monoblocco». «Questo trasferimento - precisa Rosso - comporterebbe gravi complicazioni logistiche come la lontananza delle sale operatorie al primo del Pronto Soccorso e della radiologia d’urgenza (h24) localizzata al piano terra. E creerebbe senza dubbio difficoltà nel garantire interventi tempestivi da parte degli anestesisti rianimatori in caso di gravi emergenze in quanto di stanza a Pronto Soccorso al piano terra».