In Regione si litiga anche per lasciare i pendolari senza treni

Paola Setti

Il prefetto precetta i macchinisti, Rifondazione comunista precetta il prefetto. La politica sale a bordo e il caos sui treni rischia di trasformarsi in una guerra fra poveri, lavoratori in sciopero da una parte, lavoratori pendolari dall’altra. Ieri, nelle stesse ore il prefetto firmava l’ordinanza di precettazione chiesta da Trenitalia per i macchinisti che si rifiutano di guidare i locomotori dotati del pedale Vacma, la Asl3 di Genova sospendeva per 60 giorni l’ordine impartito a Trenitalia di disattivare sui treni il sistema di sicurezza contestato, adeguandosi al decreto di sospensione del presidente del Tar, i macchinisti continuavano a sopprimere treni, i sindacati venivano convocati d’urgenza dal presidente delle Ferrovie dello Stato Elio Catania per scongiurare (...)