Regione: si litiga sui tagli alla sanità

Ambulatori, cliniche private e laboratori di analisi al centro della nuova spaccatura che si registra nella maggioranza regionale di centrosinistra, con Marrazzo sempre più in difficoltà nel dare concreta applicazione agli slogan della campagna elettorale. L’assessore diessino alla Sanità Augusto Battaglia mette a punto un piano che prevede addirittura incrementi tariffari sulle prestazioni «in convenzione», in aperto contrasto con le accuse da sempre rivolte alla giunta Storace, ritenuta «colpevole» di favorire le strutture private a danno di quelle pubbliche. Se «passasse», il progetto di Battaglia provocherebbe oneri aggiuntivi per 55 milioni di euro. Ma verdi, rifondazione e comunisti chiedono, al contrario, di tagliare le risorse per i privati. E c’è già un parziale dietro-front.