Regione, la sinistra vota per l’illegalità

Paola Setti

«Premetto che la proposta non è strumentale: il rispetto della legalità infatti dovrebbe essere una cosa normale, anche se in Italia, come in Liguria, spesso è un’eccezione». «La proposta è strumentale eccome e infatti lei sogghigna mentre dice che non lo è. A nome di tutta la maggioranza dico che votiamo contro». Se non fosse che subito dopo si scatena il tutti contro tutti, il «capitolo Cofferati» in consiglio regionale si sarebbe chiuso così, con l’acido scambio di battute fra il capogruppo di Forza Italia, Luigi Morgillo, e quello dei Ds, Moreno Veschi, e l’ordine del giorno dell’opposizione respinto con perdite. L’oggetto del contendere è presto detto: il centrodestra in aula chiedeva l’impegno del presidente della giunta a «predisporre accorgimenti perché occupazioni abusive analoghe a quelle verificatesi a Bologna non abbiano a verificarsi per beni di (...)
SEGUE A PAGINA 43