Regione, tornano gli incentivi per chi rottama la vecchia auto

Se ne parlerà forse già da oggi, al vertice sullo smog che la Regione organizza con Province e Comuni capoluogo della Lombardia. «In vista delle limitazioni per i veicoli Euro 0 che scatteranno a partire da ottobre, con l’entrata in vigore della Legge sull’aria, stiamo mettendo a punto un nuovo bando, con una dotazione iniziale di 5 milioni, per incentivare la rottamazione delle vecchie auto e l’acquisto di nuove vetture a minore impatto ambientale» spiega Marco Pagnoncelli, assessore regionale all’Ambiente. E aggiunge: «I contributi verranno assegnati ai cittadini residenti in Lombardia che rientrano nelle fasce economicamente più svantaggiate. Non solo: per gli anziani, che tendenzialmente usano l’auto meno di frequente, stiamo studiando una serie di misure speciali».
Al tavolo di oggi si discuterà anche della ridefinizione delle zone critiche, le aree dove si applicano i provvedimenti anti smog (dal blocco delle auto al divieto di bruciare legna). Pagnoncelli torna però sulla questione del momento, gli incentivi per cambiare le vecchie auto, fuorilegge da ottobre (per motorini a due tempi e bus inquinanti il divieto scatta a luglio, i diesel Euro 1 stop da ottobre 2008): «Non è una novità l’impegno della Regione per ridurre il numero dei veicoli più inquinanti in circolazione - aggiunge l’assessore - sia attraverso il fermo dal lunedì al venerdì, che resterà in vigore fino al 31 marzo, sia con le diverse forme di incentivazione». Negli ultimi mesi, la Regione «ha messo a disposizione 11 milioni per favorire l’acquisto di auto ecologiche: 4 destinati ai commercianti, due per gli enti pubblici; 5 per i cittadini che compreranno auto a gpl, metano, elettriche, rottamando un diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2 o Euro 3».