Regione Il tribunale «espelle» Oliva e promuove Falciani

Sentenza lampo. E Pietro Oliva non è più un consigliere regionale. A quattro mesi esatti dal suo insediamento nell’aula di via Fieschi, il tribunale di Genova ieri mattina lo ha dichiarato ineleggibile, quindi decaduto e sostituito da Graziano Falciani, primo dei non eletti nelle liste di Forza Italia in provincia di Savona.
L’ineleggibilità di Oliva, dovuta al suo incarico di consigliere Filse all’epoca delle elezioni, era stata già ventilata dall’avvocatura dello Stato e fatta osservare ai consiglieri regionali che, nonostante tutto, il 7 ottobre scorso hanno votato la delibera di convalida dell’elezione di Oliva in sostituzione di Franco Orsi, nel frattempo eletto senatore. Falciani, 72 anni, geometra e ristoratore, sindaco di Bormida per due mandati consecutivi, ha subito fatto ricorso con i suoi avvocati Riccardo Volanti e Daniele Granara. Ieri mattina la IV sezione civile del tribunale di Genova gli ha dato ragione affidandogli la poltrona occupata per 4 mesi da Oliva.