Regione Veneto, indagati 101 assenteisti (su 115 dipendenti)

Si scambiavano i badge e timbravano per i colleghi assenti certi che, nei giorni successivi, questi avrebbero ricambiato il favore. Per questo 101 dipendenti della sede di Rovigo della Regione Veneto, che conta un totale di 115 impiegati, andranno a processo con l’accusa di truffa ai danni dello Stato e falso in atto pubblico. A smascherare gli assenteisti sono stati i pochi colleghi stufi di raddoppiare le proprie mansioni sobbarcandosi l’altrui lavoro. Nel 2009 avevano sporto denuncia contro i colleghi che, in questi giorni, hanno ricevuto l’avviso di chiusura delle indagini condotte dalla Guardia di finanza di Rovigo.
Come rivela Il Gazzettino, i militari hanno scoperto l’esistenza di un vero e proprio sistema che coinvolgeva quasi l’intera forza lavoro della Regione, del Genio civile e dell’Ispettorato per l’agricoltura. Secondo gli inquirenti non si trattava di pratiche isolate e messe in atto saltuariamente ma l’organizzazione era studiata nei dettagli e si basava sul passaggio di mano dei badge necessari per certificare le presenze.