Regioni del Nord sotto la pioggia Sulle Alpi nevica

A ridosso dell’inverno il maltempo si fa sentire soprattutto nel centro-nord. In Alto Adige è caduta la prima neve. Per il transito sui passi, in particolare

al Passo Stelvio, è necessario

l’uso di catene, mentre

per i passi Giovo e Pennes

si consiglia l'attrezzatura invernale. Lombardia.

Ha piovuto tutto il giorno

a dirotto ma non sono segnalati problemi.

Nevica in quota, al Passo

del Tonale, in Alta Val Camonica, e nei Passi della Valtellina, dove per

il transito c'è obbligo

di avere le catene a bordo. La pioggia ha provocato anche incidenti stradali.

Il più grave nel Bresciano, dove, nello scontro fra due auto, sono morti due giovani e altri due sono rimasti feriti. La pioggia ha abbassato il livello di inquinamento da polveri sottili, al punto che a Cremona - dove era prevista una giornata senza auto -

il sindaco ha deciso

di revocare il blocco

alla circolazione. Emilia Romagna. Fiumi ingrossati per la pioggia che cade con insistenza da due giorni e generale superamento dei primi livelli di attenzione, ma nessuna situazione

di criticità è stata segnalata alla sala operativa della Protezione civile regionale. Sotto controllo vengono tenuti in particolare il Secchia, il Panaro e il Reno. Toscana. La situazione è rimasta critica fino a ieri sera ma oggi la pioggia dovrebbe cessare. Fino a ieri l’acqua ha provocato molti allagamenti. Sei persone sono state soccorse dai vigili del fuoco, un piccolo ponte è crollato, alcune strade sono state chiuse, persino delle imbarcazioni sono affondate. Il fiume Pecora è in piena ed è sotto stretta osservazione nel Grossetano a causa di un nubifragio che la notte scorsa ha interessato i comuni di Follonica, Massa Marittima, Scarlino e Castiglione della Pescaia. Problemi permangono anche a sud

di Grosseto. In provincia

di Livorno il fiume Cornia

ha rotto gli argini invadendo le campagne tra Campiglia Marittima e Piombino,

con alcuni allagamenti

in scantinati e piani bassi delle case.