La relazione della Del Ponte: Croazia pronta per l’Europa

«La Croazia sta collaborando pienamente con noi e sta facendo tutto il possibile per localizzare e arrestare Ante Gotovina» l’ultimo croato accusato di crimini di guerra ancora latitante. È quanto si legge nella relazione presentata dal giudice del Tribunale penale internazionale dell’Aia (Tpi) Carla Del Ponte. Di ritorno in Lussemburgo dopo la visita in Croazia della scorsa settimana, la Del Ponte conferma che Zagabria «sta rispondendo in modo soddisfacente a tutte le richieste» del Tpi. Cade così l’ultimo ostacolo all’apertura dei negoziati per l’ingresso della Croazia nell’Ue. Molto soddisfatto per la promozione, il premier croato Ivo Sanader ha detto che il suo Paese farà di tutto per consegnare il generale fuggitivo all’Aia perché venga processato.