Il remake dell’«Ultimo bacio» da venerdì nelle sale americane

Girata da Tony Goldwin la rilettura del film di Muccino. Nel ruolo di Accorsi, Zach Braff

da Los Angeles

Arriva questo fine settimana nelle sale americane The Last Kiss di Tony Goldwin, il remake americano de L'ultimo bacio di Gabriele Muccino, che cinque anni fa conquistò numerosi premi e riconoscimenti internazionali. La storia di quegli otto personaggi che intrecciano le loro vite al ritmo di passioni sofferte torna di nuovo sul grande schermo, ma questa volta a interpretare i ruoli dei protagonisti sono Zach Braff, nei panni che furono di Stefano Accorsi, quelli cioè del trentenne Carlo che tenta di sfuggire alle responsabilità di futuro padre gettandosi nelle braccia di una bella adolescente, e Jacinda Barrett, nei panni della compagna ventiseienne, idealista e romantica, che nella versione italiana furono di Giovanna Mezzogiorno. La parte della venere tentatrice, quella cui spetta essere il terzo vertice di questo triangolo amoroso e che nella pellicola di Muccino era stata di Martina Stella è, invece, affidata a Rachel Bilson, la giovane californiana protagonista del fortunato serial tv O.C.
La storia è identica a quella che il pubblico italiano aveva apprezzato nel 2001 ed è lo sceneggiatore Paul Haggis, vincitore di un Oscar quest’anno con Crash, a spiegare il semplice motivo che lo ha spinto a non cambiare nulla: «Quando ho visto il film di Muccino, me ne sono subito innamorato e mi sono limitato a tradurre il copione».
Dopo aver conquistato il nuovo mondo con questa pellicola sulla difficolta di crescere e dopo aver girato The Pursuit of Happiness con Will Smith, un film completamente made in Usa, Gabriele Muccino continua la sua conquista di Hollywood con Little Game Without Consequences in cui dirigerà Cameron Diaz e Jim Carrey, di nuovo insieme dopo La maschera. L’inizio delle riprese è previsto per questo autunno.