Renata chiama Silvio «Sarà Berlusconi il mio consigliere»

Una parentesi privata tra i dibattiti sul nucleare, sulla sanità, sul lavoro. Se l’è concessa ieri Renata Polverini rispondendo alle domande di Klaus davi nella trasmissione di approfondimento Klauscondicio (visibile su Youtube): «Non escludo di adottare un bambino», ha rivelato la candidata del Pdl alle regionali quando Davi gli ha chiesto del suo desiderio di maternità: «Avere un bambino? Io ho tanti anni, quindi dovrei fare un miracolo, però siccome qualcuno dice che ne ho fatti già di miracoli, chi lo sa? Abbiamo pensato all’adozione, il problema è che si tratta di un percorso molto difficile, a volte risulta veramente un cammino pieno di ostacoli, difficile da realizzare. Nella mia vita non ho mai escluso nulla, quindi tenderei a non escludere nemmeno questa eventualità».
Polverini ha anche parlato del suo rapporto con Silvio Berlusconi, per il quale ha speso belle parole: «Si è detto pronto a consigliarmi ogni qualvolta ne avrò bisogno. Mi dà sempre una grande carica perché è molto motivato. Lui è un istintivo, ha un grande magnetismo ed è in grandissima forma. Si è offerto di consigliarmi specialmente sulla comunicazione e siccome in questo è molto bravo, qualche consiglio bisognerà chiederlo. Chi immagina una sua prossima caduta, assolutamente si sbaglia», ha garantito la sindacalista.
Ieri tra gli appuntamenti elettorali di Polverini c’è stato un incontro con le associazioni del modo artigiano del Lazio, Casartigiani, Cna e Confartigianato, per Renata Polverini al residence Ripetta, nel corso del quali la candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Lazio ha ascoltato le dieci proposte stilate dalle tre associazioni, le più importanti delle quali riguardano il maggiore accesso al credito, un nuovo rapporto tra Regione e pmi e sostegno allo sviluppo. «Le imprese sono soffocate dalle banche, noi quindi pensiamo di ricapitalizzare Banca Impresa Lazio per aiutare le imprese a investire con più coraggio», ha spiegato Polverini. Incontro anche con i rappresentanti delle aziende di telecomunicazioni che operano sul territorio regionale, occasione per ragionare su un progetto per la diffusione della banda larga che la candidata del centrodestra alla presidenza della Regione Lazio intende portare avanti. «Abbiamo chiesto ai gestori qual è il percorso per arrivare a rendere questa Regione tecnologicamente avanzata - ha spiegato Polverini nel corso di un incontro alla Residenza di Ripetta con le associazioni degli artigiani - che risponde alle esigenze dei cittadini e diventi anche un supporto per le Pmi, che ne hanno veramente bisogno».