Renault Koleos, il ritorno del 4x4

Renault sta progressivamente consolidando la sua immagine di «gruppo» sia sul piano finanziario e industriale, con un numero crescente di accordi che spaziano dall’India al Marocco, dalla Russia all’Iran, dalla Colombia a Israele, sia con prodotti che di questa globalizzazione sono dei veri emblemi. Koleos, che debutta al Salone dell’auto di Ginevra per poi essere commercializzato a partire dal mese di maggio, è stato ideato e disegnato da Renault, sviluppato da Nissan e prodotto nello stabilimento Renault Samsung Motors di Busan, in Corea, ed è quindi il frutto della stretta cooperazione tra le tre marche dell’Alleanza.
Presente sporadicamente in passato nel settore delle quattro ruote motrici, la casa transalpina vi fa ritorno in grande stile con il suo primo crossover 4x4, quel Koleos già apprezzato in diversi Saloni internazionali nelle vesti di concept car. Fin dal primo sguardo si intuisce che nonostante adotti i codici stilistici propri della categoria off-road, Koleos si distingue nell’equilibrio delle forme e nella razionalità delle dimensioni (4,52 m di lunghezza, 1,85 di larghezza) che facilitano la sua utilizzazione. Comunque possente, forte di un altezza dal suolo di oltre 20 cm, il crossover di Renault ha un frontale dall’accentuato family feeling e mostra tutta la sua originalità nella coda, dominata dal portellone per il quale è stata ideata una soluzione di apertura a conchiglia con lunotto indipendente.
A bordo si familiarizza rapidamente con comandi e strumentazione ad alta ergonomia, con i comandi di navigatore, telefono, impianto radio e freno di stazionamento posti sul volante . Comfort e comportamento di marcia sono analoghi a quelli di una comoda berlina Renault nonostante il baricentro alto, così come l’equipaggiamento che include, tra l’altro, l’access-card, i sensori fari e pioggia e il controllo della pressione degli pneumatici. A trasformare in fuoristrada il nuovo Koleos e a garantirgli comunque una comoda guida nell'uso quotidiano, provvede All Mode 4x4i, la modernissima trazione integrale che Nissan monta sull’ultima generazione di X-Trail, che regola in maniera progressiva e continua la distribuzione della coppia fra i due assi: da tutto avanti fino a 50/50.
Il sistema permette inoltre al guidatore di scegliere la sola trazione anteriore per ridurre i consumi quando il 4x4 potrebbe essere superfluo. Numerosi i dispositivi preziosi nell’off-road, come l’assistenza alle partenze in salita e il Downhill Support che mantiene costante la velocità nelle discese più ripide senza dover agire sul freno.
Tre sono le motorizzazioni scelte per il lancio di Koleos, due derivate dal turbodiesel 2.0 litri dCi (150 e 175 cv) e una a benzina, 2.5 e 170 cv di potenza. Con il dCi da 150 cv la Koleos può essere ordinata anche in versione 4x2.