Il rendiconto 2010 del Fondo Polis

Grazie ai ricavi dell'ultimo esercizio viene posto in distribuzione un provento di 40 euro, pro quota, pari al 2% del valore di collocamento. Stacco fissato al prossimo 21 marzo

Il consiglio di amministrazione di Polis Fondi, riunitosi per la prima volta dopo l'uscita dell'azionista Sopaf SpA e il contestuale ritorno del capitale della Sgr nelle mani delle cinque banche popolari, ha approvato il rendiconto al 31 dicembre 2010 del Fondo Polis, che evidenzia una perdita d'esercizio di 1.649.907 euro.
Il valore complessivo netto del Fondo a fine esercizio è pari a 275.495.095 euro e il valore contabile unitario della quota si è attestato a 2.135,621.
La performance annuale, tenuto conto anche del provento distribuito nel corso del 2010 e del rimborso di capitale pagato nel mese di agosto 2010, è stata negativa per lo 0,58%. Il rendimento medio annuo composto calcolato dalla data di inizio dell'attività di gestione è pari al 3,93%.
La perdita di esercizio è stata determinata da costi generali per 5,6 milioni e da minusvalenze sul portafoglio immobiliare pari a 4,1 milioni. Sul fronte dei ricavi, si sono rilevati canoni di locazione ed altri ricavi per circa 13,3 milioni, rispetto a 14,6 milioni dell'esercizio precedente.
Al 31 dicembre 2010 il Fondo disponeva di liquidità per circa 3,9 milioni di euro.
I ricavi dell'esercizio, al netto delle minusvalenze del portafoglio immobiliare, e le riserve disponibili da accantonamenti effettuati negli esercizi precedenti, permettono di porre in distribuzione un provento pari a 40 euro per ciascuna delle 129.000 quote in circolazione, per un importo totale di 5.160.000 euro.
Lo stacco del provento è previsto per il 21 marzo 2011 e lo stesso sarà posto in pagamento a partire dal successivo 24 marzo 2011.
Tale provento, sommato ai precedenti e ai 35 euro di rimborso di capitale, dà origine ad una distribuzione complessiva di 770,90 euro pari al 36,55% del valore di collocamento della quota di partecipazione al Fondo.