Rendimenti in crescita

Il mercato europeo dei titoli di Stato ha presentato ieri un andamento piatto. Unica novità l’ulteriore riduzione dello spread a 10 anni, tra Bund e Btp, sceso a 26 punti base, un livello toccato alla fine di marzo. La tenuta dei prezzi è da attribuire anche alla cancellazioni delle aste di fine novembre e metà dicembre, anche per effetto delle maggiori entrate tributarie. All’asta di ieri sono stati registrati nuovi aumenti nei rendimenti: per il Btp a 3 anni dal 3,56 al 3,70%, per il 10 anni dal 3,89 al 4% e per il Cct dal 3,57 al 3,73 per cento.