Renzi è ancora tentato di far fuori Gentiloni

Il sospetto: governo ko prima della manovra. Intanto Pisapia incontra Prodi e Orlando

Come Michelangelo davanti al suo Mosè sbottò: «Perché non parli?», davanti alle ultime turbinose logorree di Matteo Renzi occorre chiedersi: «Ma perché parla?».

Certo, il libro. Avanti: un lancio del genere precipita le vendite nel burrone, più che in vetta. Dunque nei Palazzi della politica riprende a serpeggiare inquietudine sull'eterno ritorno dell'Uguale. Matteo sempre troppo simile a se stesso: stessi toni, stesse bugie e promesse di manica larga. Fanfarone e approssimativo persino nelle citazioni, vedi quell'«amor» latino buttato lì come «amore» da Mentana. Lingua un-tanto-il-chilo. E poi gran voglia di far terra bruciata di ogni contendente e forse addirittura di gettare al macero, prima o poi, quel derelitto Pd per una rivoluzione alla Macròn, un «tutto cambia purché nulla cambi». In questa prospettiva va letto anche l'affidamento della prossima campagna elettorale a Proforma, compagnia agile e aggressiva, capace di guizzi geniali (si ricordi il «Miett'a Cassàno» che accompagno la trionfale elezione di Emiliano a sindaco di Bari). Ieri era così ancora un Renzi a 360 gradi: dalle Olimpiadi perdute al nuovo cavallo di battaglia dei migranti; dal terremoto al ciclismo, al fisco: «Tasse giù per chi assume e investe, e meno burocrazia che se no ci ammazza tutti». Infine, mi-voglio-rovinare, misure per «chi ha figli, magari l'assegno universale per i figli o il quoziente familiare». Gli alfaniani sono i più preoccupati del carosello renziano, che colpisce soprattutto il (quasi) coetaneo Letta jr. «Forse vuol far saltare tutto», ragiona Sergio Pizzolante, brillante luogotenente dell'area Cicchitto (anch'egli dell'idea che il leader pd stia cercando «l'incidente» per mandare Gentiloni a casa). Dunque un piano perfetto, quello del segretario Pd, per sbrogliare la matassa e impedire che la manovra autunnale venga intestata al Pd, con letali conseguenze sul voto.

Il quadro è in movimento, ma anche all'esterno del Nazareno. Pisapia continua il suo giro paziente per l'Italia a raccattare cocci di sinistra. Monacale si direbbe, visto che ieri ha chiarito di «non ambire ad alcun incarico istituzionale, tant'è vero che non penso neanche lontanamente a candidarmi alle prossime elezioni». L'altra sera ha incontrato a Bologna Romano Prodi, ormai sempre più regista di una strategia più ampia che mira a neutralizzare (e magari isolare) Renzi con le sue mattane. All'incontro ha partecipato anche Andrea Orlando che qualcuno vede come prossimo partente dal partito renzizzato. Ma chi gli è più vicino sa che tutto dipenderà dal modo nel quale Matteo consentirà al governo di chiudere la legislatura. E, particolare assai rilevante, di quanto peso concederà agli orlandiani nelle liste elettorali. Soltanto di fronte a numeri considerati «oltraggiosi», Orlando, Cuperlo e gli ultimi dei mohicani salteranno il fosso per unirsi agli (ex) compagni bersaniani.

Il cui leader è tra i più caustici giudici delle balle spacciate in questi giorni da Matteo, come quella che la cacciata di Letta da Palazzo Chigi «fu chiesta dalla minoranza, da Speranza». «Ma c'è ancora qualcuno in giro che può credergli, a quest'uomo qui?», lo irride Bersani. Che si dice piuttosto deluso dal prosieguo del cammino di Gentiloni: «Al netto dello stile, ha seguito pedissequamente la linea del predecessore». Dopo il boccone amaro delle banche, aggiunge il Capo di Mdp, «se pensano a una manovra d'autunno di sgravi e bonus senza investimenti, occhio che casca l'asino». Probabilmente saranno più d'uno.

Commenti

un_infiltrato

Ven, 14/07/2017 - 08:50

Renzi non ha capito che gli Italiani - tutti - non lo vogliono. Adesso scriva un libro giallo. Come la bile.

leopard73

Ven, 14/07/2017 - 09:08

SAREBBE COME DIRE DALLA PADELLA ALLE BRACE.

Fjr

Ven, 14/07/2017 - 09:56

E alla fine mi voglio rovinare a chi accoglie un clandestino, un completo in lana merinos,è peggio dei venditori di pentole,ma il date figli alla patria non l'aveva già inventato qualcun'altro?

Marcello.508

Ven, 14/07/2017 - 10:13

Provaci ancora, Fonzie...

aldoroma

Ven, 14/07/2017 - 10:14

noi non vediamo l'ora che andate via per sempre voi tutti

vottorio

Ven, 14/07/2017 - 10:22

basta che gli dica: "stai sereno" e la "gatta morta" avrà i8 giorni contati. il venditore di pentole usate quando promette mantiene sempre.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 14/07/2017 - 10:31

della serie iena mangia iena!!

nopolcorrect

Ven, 14/07/2017 - 10:46

Aggiungo un'ipotesi: il Centrodestra vede i suoi consensi accrescersi di settimana in settimana e il PD in calo di settimana in settimana. Continuando gli sbarchi si potrebbe arrivare a un Centrodestra al 40%. E allora si salvi chi può a sinistra, a cominciare dal PD e da Renzi. Ed ecco il machiavello: far cadere Gentiloni facendolo scivolare sulla buccia di banana di un voto di fiducia perso sullo ius soli e poi presto ad elezioni anticipate per evitare la catastrofe di una Destra al 40%.

jaguar

Ven, 14/07/2017 - 10:57

Il sogno di Renzi è quello di ritornare presidente del consiglio, e finchè non dice a Gentiloni "stai sereno", quest'ultimo può stare tranquillo.

arkangel72

Ven, 14/07/2017 - 11:14

Senza una legge elettorale che premia le coalizioni, non ci sarà alcun vincitore alle prossime elezioni! Avremo un altro governo tecnico, forse un Monti bis per 5 anni appoggiato da FI e PD pur di mettere all'angolo il M5S! Un governaccio pronto a fare altri disastri e chinare la testa all'Euromerkel!

Ritratto di Shark-65

Shark-65

Ven, 14/07/2017 - 11:55

Pazzo visionario. In questo momento, sull'Homepage di questa testata, c'è l'articolo che parla del record negativo del debito pubblico (perché non possiamo nascondere che, a livello Europeo, in termini di disastri e incapacità varie i nostri politici italiani sono "cintura nera"......soprattutto l'attuale governo di centrosinistra). Ma allora perché Renzie non ha ancora capito che al massimo lo possiamo votare come capo-lupetto dei boy-scout ma che per niente al mondo consegneremo nuovamente il Paese Italia nelle sue mani?. Un consiglio spassionato: "HAI ANCORA LA POSSIBILITA' DI USCIRNE CON DIGNITA', SE PROPRIO NON VUOI FARE UN MEA CULPA, MANTIENI ALMENO LA PROMESSA FATTA DOPO LA BATOSTA DEL REFERENDUM": SPARIRE DALLA SCENA POLITICA!!!

agosvac

Ven, 14/07/2017 - 13:27

Il poveraccio renzi può anche "far fuori" gentiloni, ma di sicuro non riuscirà a sostituirlo. Caduto gentiloni, cosa che sarebbe doverosa, chi gli subentrerà non sarà certamente renzi. Ormai il PD ha fatto troppi danni e neanche il Capo dello Stato lo potrà salvare.

OttavioM.

Ven, 14/07/2017 - 14:50

Renzi sbaglia in ogni caso, si sta dando la zappa sui piedi da solo. Se il governo cade sullo ius sola a sinistra daranno la colpa a Renzi perchè ha spinto per un provvedimento divisivo,e cmq piuttosto fanno un governo tecnico e a votare non si va. Se invece lo ius sola passa gli italiani alle prossime elezioni daranno la colpa a Renzi e al PD,e alle prossime elezioni fanno la fine dei socialaisti francesi che bisogna andarli a cercare a Chi l'ha visto?

pastello

Ven, 14/07/2017 - 15:53

Buongiorno segretario, si metta pure sul lettino e cominci coi suoi primi ricordi da bambino...

Ritratto di Shark-65

Shark-65

Ven, 14/07/2017 - 16:10

Uahahahahahah (@Pastello)

frabelli1

Ven, 14/07/2017 - 17:59

Spero Renzi faccia fuori al più presto questo governo di parassiti, iniziando dai vari presidenti

zen39

Ven, 14/07/2017 - 18:31

Prova a far approvare la chiusura dei porti. Se avviene sarai un eroe e ritorni in auge altrimenti sei finito. Ma non credo che lo farai sei troppo coinvolto nella rovina dell'Italia. Alle tue chiacchere credono solo i leccapiedi di cui ti circondi.Ci hai venduto, con quale coraggio avanzi pretese di governo !

Ciccio-Terrasini

Ven, 14/07/2017 - 18:57

Certamente non sono felice che il PD sia al governo ma, fra un Gentiloni e un Renzi preferirei di gran lunga il primo. Quello che non capisco è come mai Gentiloni si lascia telepilotare da Renzi in maniera supina. Rompa immediatamente con

ilbarzo

Ven, 14/07/2017 - 19:24

Gentiloni stai accorto perchè è in dirittura d'arrivo il: "Paolo stai Sereno",pronunciato dal tuo amico e collega di partito,mister Fonzariello.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 14/07/2017 - 19:37

@nopolcorrect Non sia così ottimista! C'è qualcuno che non è pronto per candidarsi, quindi non farà mai mancare il proprio voto di fiducia al governo gentiloni, anche se si votasse sullo ius soli che, a parole, lo vede contrario... a parole.

Aprigliocchi

Ven, 14/07/2017 - 20:43

Via tutti e due ! Ci vogliono delle persone che amano l'Italia e che dicano quando é il caso le cose in faccia a quelli della Ue e alla Merkel, senza esitare.