Renzi in testa-coda Bocciato il taglio alla tassa sull’auto

Testa-coda di Matteo Renzi. Il presidente pd della Provincia di Firenze questa volta è andato fuori strada. Ci aveva provato, però. La sua idea era quella di abbassare del 30 per cento oltre il minimo consentito l’Ipt, cioè l’imposta che si paga sull’acquisto dell’automobile. Peccato che la sua trovata sia stata bocciata ieri alla conferenza Stato città regioni con il niet del sottosegretario all’Economia, Daniele Molgora. Con questo stratagemma, Renzi sperava di portare a Firenze tutte le flotte aziendali degli autonoleggiatori (l’immatricolazione rappresenta l’imposta più importante per le province italiane), che poi avrebbero continuato ad operare nei luoghi dove attualmente già sono stanziate. Ma il colpo non è andato a segno per via dell’opposizione del presidente della Provincia di Roma (anch’egli pd) Nicola Zingaretti, visto che sulla Capitale ci sono la maggior parte delle flotte aziendali italiane.