Repetto licenzia l’assessora e la segretaria «bella presenza»

Il capo alla fine deve prendersi anche le gatte da pelare. E pazienza se in Provincia le gatte sono distinte signore o signorine. Le deve pelare Alessandro Repetto punto e basta.
E stando alle malelingue che già iniziavano a circolare tra le stanze di Palazzo Spinola, il primo caso affrontato è stato piuttosto quello della «gattina». A darsi di gomito erano stati molti politici e dipendenti dell’amministrazione nell’apprendere che il neo consigliere dell’Italia dei Valori Stefano Ferretti, appena subentrato all’arrestato Giorgio Garifo, aveva messo un annuncio su internet per cercare una segretaria «bella presenza» che lo affiancasse. E siccome per rispondere alla domanda occorreva «inviare foto», l’idea che la specializzazione richiesta fosse quella di fare le fusa aveva ingiustamente preso campo nella mente di chi vive dall’interno la Provincia. (...)
SEGUE A PAGINA 52