Reportage dall’Italia che non si vede

Da una bocciofila della periferia milanese al popolo di Mirafiori, dalla Valtellina dell’alto benessere alla Napoli dei Quartieri spagnoli: c’è un’Italia che i giornali e le televisioni non vedono e che non sanno raccontare. Ed è il Paese nascosto, quello sotto la «crosta» della cronaca, meglio se nera, quello più interessante, quello che ogni giorno fa i conti con il passato che non passa e con il futuro che non ne vuol sapere di atterrare nel presente. Ora a raccontare quest’Italia da vicino ci hanno provato, in un lavoro a quattro mani, un grande sociologo e uno tra i più autorevoli scrittori italiani. Aldo Bonomi e Luca Doninelli nel numero speciale del mensile Communitas, Millimetri & microcosmi - nelle principali edicole in allegato al settimanale Vita, il settimanale del non profit, a 3 euro -, hanno messo l’Italia sotto il microscopio. L’indagine è densa di sorprese, perché, come scrive Doninelli, «lo scavo nel territorio riserva sorprese ad ogni millimetro». Ma che cosa si incontra lungo questo viaggio? Si incontra una realtà che resiste fermamente e sa aggiornarsi sulla sensibilità dell’uomo del terzo millennio. E ciò può accadere nella Sicilia di Palazzolo Acreide o nella conviviale Trieste. Basta saperla raccontare.