Il reporter anti Silvio: «Proprio una bella idea»

RomaL’idea di spostare il G8 dalla Maddalena all’Aquila? «Nice». Guy Dinmore (nel tondo a destra), corrispondente da Roma per il Financial Times, non è mai stato tenero con il governo Berlusconi. Quando il presidente del Consiglio venne proclamato leader del neonato Popolo della libertà, il giornalista inglese nella sua cronaca dell’evento evocò la rinascita di un culto della personalità in stile mussoliniano. Ma questa volta la decisione del premier ha spiazzato un po’ tutti i commentatori. Dinmore mette le mani avanti: bisognerà aspettare di conoscere i dettagli per dare un giudizio ponderato ma l’idea, dice, è «nice», buona.
Il G8 in Abruzzo è una scelta giusta?
«Dobbiamo conoscere la reazione degli altri membri del G8. Ovviamente se Obama darà il via libera non c’è dubbio: il G8 si farà all’Aquila e a quel punto sarà la scelta giusta».
Come reagiranno gli altri capi di Stato?
«Se l’America dirà “perché no?” anche gli altri la seguiranno. Certamente le preoccupazioni rispetto all’organizzazione e alla sicurezza raddoppiano, visto che si potrebbe aggiunge la preoccupazione di un eventuale terremoto».
Nessuno può prevederlo.
«Mi chiedo poi come il governo pensa di affrontare la questione delle proteste. Alla Maddalena, così isolata, il problema non si poneva. Ma in Abruzzo? Dove potranno essere fermati i manifestanti? Pensiamo a quello che è successo a Genova prima e a Londra poche settimane fa. E poi ci sono i problemi logistici: dove alloggeranno le circa 30.000 persone in arrivo per il summit? Occorre capire come Berlusconi intende definire dettagli importanti. E come la prenderanno gli abruzzesi? Per organizzare il vertice si spenderanno un mucchio di soldi mentre in quelle zone ora c’è tanta gente che ha bisogno di tutto».
Gli abruzzesi l’hanno presa benissimo, anche perché Berlusconi ha precisato che lo spostamento dalla Maddalena all’Aquila comporterà un risparmio di 220 milioni di euro che resteranno in Abruzzo.
«Riusciranno a risparmiare tutti quei soldi? Allora se è davvero così il vantaggio è evidente».