Repubblica Dominicana, esplosione di colori

I colori nitidi e brillanti sono il primo incontro con la bellezza, a tratti travolgente, della Repubblica Dominicana. L'azzurro cristallino dell'acqua del Mar dei Caraibi, il verde delle ampie coltivazioni di banana, avocado, mango, riso e tabacco, e il biancore abbacinante di chilometri di spiagge creano un universo cromatico straordinario.
L'isola presenta una realtà poliedrica che alterna tradizione locale e grande modernità, identità e internazionalità, natura incontaminata e storia. Da una parte villaggi come Bayahibe, caratteristico e delizioso paese di pescatori che vanta anche la barriera corallina più importante dell’isola; dall'altra centri dove il turismo è super attrezzato come La Romana, più vicina al concetto di grande città per dimensione e per comfort dei grandi resort. Basta citare due famosissimi «ever green» come Casa de Campo, noto resort di lusso per golfisti con la nuovissima oasi di benessere Cygalle spa, e Viva Wyndham Dominicus Palace, affacciato su una bellissima spiaggia di fronte all'isola di Saona. Poco lontano da La Romana sorge un delizioso villaggio di pescatori, Bayahibe, punto di partenza per le escursioni naturalistiche alle isole Catalina e a Saona. Navigare tra le acque cristalline e i canali di mangrovie del Parque National de L'Este è un'esperienza da non perdere. Soprattutto la sosta nelle piscine naturali: tratti di mare molto basso che lasciano intravedere grandi stelle marine adagiate sul fondo.
Punta Cana, Bavaro e Macao hanno reso la costa est della Republica Dominicana una delle destinazioni turistiche più importanti del paese, grazie a oltre trenta complessi ricettivi e resort che sorgono su 50 km di spiagge bianchissime, palme dagli alti fusti e acqua incantevole. Fra gli indirizzi migliori ci sono Paradisus Palma Real Resort e Barcelò Bavaro Beach Resort.
Un'importante novità turistica è Cap Cana, il mega progetto immobiliare più grande di tutti i Caraibi: 120 milioni di metri quadri dove sorgeranno alberghi prestigiosi, ville, appartamenti, un villaggio globale con scuole, centri commerciali, una marina con 500 posti e ben otto campi da golf, di cui tre disegnati da Jack Nicklaus. Già attive due eccellenze dell'ospitalità: il Sanctuary Cap Cana Golf & Spa, ideale per gli amanti del lusso sobrio, in una ambiente che ricorda i vecchi monasteri con richiami di architettura tipica spagnola, e il Fishing Lodge, situato alla Marina, un vero paradiso per gli amanti del mare e di tutte le attività correlate alla pesca.
Quest'isola è anche l'incontro con la storia. Dichiarata nel 1990 Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, Santo Domingo è la città più antica del Nuovo Mondo dove sono stati costruiti il primo ospedale, il primo convento, il primo parlamento. Città coloniale dal fascino avvolgente, ha quartieri che risalgono al XV secolo, in cui si sono uniti popoli, tempi e tradizioni molto diversi fra loro, creando un «melting pot» pieno di energia e di stimoli. Tra i monumenti più significativi, non bisogna perdere Plaza de Espana, con oltre 300 edifici in stile gotico moresco, Alcazar de Colòn, dimora del figlio di Cristoforo Colombo in stile gotico mudejar (fusione tra romano, gotico e arte araba), la Catedral Metropolitana Santa Marian de la Incarnaciòn, il Convento del los Dominicos, primo ateneo del continente, e la Calle El Conde, principale via della zona coloniale, mondana e ricca di negozi di artigianato.
Natura e folclore inscenano grandi spettacoli. Per chi desidera vivere un'esperienza davvero speciale, da gennaio a marzo la Baia di Samaná ospita migliaia di balene innamorate che qui si danno appuntamento per i rituali di corteggiamento, l'accoppiamento e la nascita dei cuccioli. Uno spettacolo emozionante a cui è possibile assistere grazie alle numerose escursioni organizzate nel massimo rispetto degli animali (info: www.colonialtours.com.do). A febbraio poi esplode il carnevale: da La Vega a Santo Domingo, da Bonao a San Cristóbal passando per Barahona e Samaná, si celebra l'allegria di un momento solenne in cui turisti e dominicani si lasciano coinvolgere da divertimento e spensieratezza. Con 13 carnevali ufficiali, questa è la festa più importante e caratteristica della cultura popolare dominicana, sinonimo di libertà, integrazione e identità, anche perché va a sovrapporsi con l'anniversario dell'indipendenza nazionale conquistata il 27 febbraio 1863. I dominicani sono un popolo affabile, cordiale, ospitale che ama divertirsi e far divertire. E' bene non dimenticarlo, e uscire dal mondo ovattato dei lussuosi resort per condividere la loro incredibile voglia di fare festa.
Numerosi i tour operator (Presstours, Acentro, Eden Viaggi, Hotelplan, Alpitour) che offrono pacchetti: sette notti, comprensivi di volo da Mi/ Bo/Vr/Roma, soggiorno all inclusive in 4 stelle e 4 stelle Superior, da 615 a 1500 euro a persona. Per ulteriori informazioni: Ente del Turismo della Repubblica Dominicana, tel. 02/8057781, www.godominicanrepublic.com.