Requisizioni, blitz della Digos nei municipi

La Digos negli uffici di presidenza dei Municipi IX, X e XI alla ricerca delle ordinanze con cui lo scorso 11 ottobre sono stati requisiti temporaneamente oltre 200 appartamenti.
Lo rende noto il presidente dell’XI municipio Andrea Catarci spiegando che l’inchiesta è stata aperta per abuso d’ufficio e usurpazione di funzioni pubbliche. «Le ordinanze di requisizione - spiega Catarci - sono state l’extrema ratio per i presidenti, l’unico modo per fare qualcosa di concreto per tutelare le fasce deboli di fronte all’emergenza abitativa. Altri strumenti di intervento non ci sono, almeno in questo modo gli inquilini continueranno a pagare l’affitto prestabilito, in attesa che si realizzino i programmi di edilizia residenziale pubblica e le altre misure di sostegno previste».
Secondo il presidente si è trattato di «un provvedimento straordinario e temporaneo, resosi necessario perché tante persone fragili sotto il profilo socio-economico e non di rado con problemi di salute, che non sono in grado di misurarsi con il mercato immobiliare, avrebbero corso il rischio di ricevere la visita di ufficiali giudiziari e forza pubblica».