La resa di Prodi al sindacato

Allo studio il part-time per chi ha raggiunto il limite d’età

Sulla Finanziaria la maggioranza è in stallo. Il pranzo con i leader sindacali costringe il premier a dichiarare che «a fine mese sarà condivisa», ma di non poter dettare i tempi per la riforma delle pensioni. Dopo il vertice, però, il Professore fa piazza pulita dei dubbi e rinvia riforma previdenziale (nella quale dovrebbe comparire anche l’introduzione del part-time per i pensionati) e tassazione delle rendite finanziarie a dopo l’approvazione della manovra. Perché le divergenze sui tagli alle pensioni e alla spesa sociale sono molto forti. E tutta l’ala sinistra della maggioranza si arrocca a difesa dello Stato sociale. E al centrodestra non rimane che prendere atto dello «stato confusionale» in cui versa l’esecutivo. Sotto accusa - anche da parte degli stessi alleati - è soprattutto il ministro Tommaso Padoa-Schioppa, che rischia di diventare un problema per l’Unione, tanto che già si parla di limitare l’autonomia del banchiere. E sul governo del Professore piovono anche le critiche dell’industria europea: «Troppe tasse, l’Italia è in declino», sostiene l’Osservatorio di Lisbona.