«ResFest», l’immagine che muove il mondo

Lucio Filipponio

Fino al 20 novembre presso il Teatro Palladium è in programma la I edizione italiana del «ResFest», il festival internazionale delle immagini in movimento. Occorre partire proprio dal doppio senso a cui la definizione dell’evento rimanda per apprezzarne il fascino: sia festival delle immagini itinerante in 30 capitali sparse tra Nord America, Sud America, Europa, Asia, Africa e Australia, sia viaggio nell’eterogenea sub-cultura delle immagini (foto, spot, videoclip, cortometraggio, cinema, design, computer graphic).
Che tu sia un filmaker alle prime armi o un semplice appassionato dell’audio-video, Resfest si propone di appagare ogni tua curiosità nel campo delle immagini proponendo le proiezioni dei video più sperimentali del momento, le ultime tendenze nel campo della grafica e dell’animazione visuale, i film più innovativi in anteprima, e - grazie all’iniziativa Portfolio View - la possibilità per emergenti creativi di far visionare i propri lavori.
Pensato per sostenere ed ispirare talenti emergenti, il «ResFest» nasce negli Usa nel 1996, imponendosi in poco tempo come punto di riferimento in campo artistico e tecnologico ed evolvendosi negli anni in risposta alla convergenza di cinema, musica, design ed arte fino a diventare sede di un movimento culturale internazionale frutto dell’incontro di discipline creative diverse.
Il «ResFest» sbarca a Roma grazie a Fox International Channel Italia che - come sottolinea Dario D’Aprile di Fox Italia - in seguito al lancio di alcuni nuovi canali, presenterà il modo in cui, partendo da zero, si imposta e si realizza un nuovo brand. Il vero obiettivo della session sarà quello di scoprire come un canale televisivo, rifletta la sua identità attraverso la speciale struttura linguistica della grafica e come giunga, così, a definire la sua personalità ed il proprio specifico carattere».
La data di Roma gode del patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Provincia e del Comune di Roma, vedrà la partecipazione a diverso titolo di partner prestigiosi come il centro di ricerca sulla comunicazione Benetton-Fabrica, l’Università Roma 3, Dipartimento comunicazione e spettacolo, L’Istituto Europeo di Design e Warner Village Cinemas. L’edizione romana presenterà oltre alle 6 sezioni già presenti nel programma internazionale, anche una serie di sezioni inedite e iniziative parallele: cortometraggi, video musicali, performance dal vivo, seminari, incontri, dibattiti. Il festival riserva, tra l’altro, un omaggio particolare ad uno degli artisti più eclettici del momento: Beck, innovativo esponente dell’indie rock americano; in anteprima per Roma la video retrospettiva con video scelti da lui stesso tra i quali «Loser» e il più recente «Girl». I lavori dell’evento romano si inaugurano con «Studio Tour» un viaggio nei più interessanti studi di montaggio e post produzione audio-video di Roma. Arriva direttamente da Fabrica del Gruppo Benetton, il progetto «From Chaos To order And Back»: una galleria di immagini, video e testi che raccontano la contemporaneità con un linguaggio creativo ed affascinanti metafore.