Respinta l’offerta per Genzyme

Il gigante Usa delle biotecnologie, Genzyme, ha respinto pubblicamente la proposta di acquisizione della francese Sanofi-Aventis, che si è fatta avanti con una offerta di 18,5 miliardi di dollari, pari a 69 dollari per azione, perchè «sottovaluta enormemente il valore dell’azienda», ha detto e l’ad di Genzyme, Henri Termeer. Il colosso Usa punterebbe ad ottenere almeno 75 dollari per azione, mentre alcuni azionisti ne vorrebbero circa 80. Ma Sanofi-Aventis fa sapere di non avere intenzione di «svenarsi» per rilevare Genzyme, e che prenderà in considerazione «tutte le alternative» disponibili, pur restando in attesa di una risposta da parte degli azionisti dell’azienda statunitense.