Respinto il ricorso Hamilton: «Deluso ma non depresso»

La Corte d’appello della Fia ha respinto il ricorso della McLaren sulla penalità inflitta a Hamilton nel Gp del Belgio dopo il sorpasso su Raikkonen tagliando la chicane. Secondo l’articolo 152 del codice sportivo internazionale la penalità (drive trough, trasformato in 25’’ aggiunti al tempo finale perché la gara era conclusa) inflitta al pilota «non è suscettibile di ricorso». Insoddisfatto il team inglese: «Siamo delusi dal verdetto ma non vogliamo vincere in aula» ha commentato il general manager Martin Whitmarsh. Così Lewis Hamilton: «Sono deluso ma non depresso. Adesso andiamo avanti con quello che i piloti sanno far meglio: sfidarsi in pista con i sorpassi. Li amiamo, è difficile effettuarne uno e si provano sensazioni straordinarie quando riesce una manovra spettacolare».