Resta imbattuta l’Italia pre-Europei

Fra le nuvole di una partita vera, ad inseguimento, contro la Croazia l’Italia trova le sue nuove stelle, Bargnani, Mancinelli e Gallinari e chiude imbattuta il torneo Gianatti di Bormio, trova le certezze di Bulleri e scopre che soffrire le fa bene. Resta il sorriso, per fortuna si calma l’ambiente, scoprendo che ci serve più difesa, che abbiamo bisogno di chiarire certe cose in attacco. La svolta arriva con gli uomini poliedrici, usando «Gallo» nel cuore della difesa. Alla ricerca della rosa giusta Recalcati lascia fuori Maresca, Di Bella, Gigli e Vitali, dando l’idea di aver quasi scelto i suoi uomini per la Spagna ma tutto dipende dalla salute di Rocca. Per capire quest’Italia sarà bene valutare la fatica con la Croazia: la sua difesa, il suo spirito di squadra mettono sotto pressione Azzurra ogni volta che torna tardi in difesa, è poco reattiva a rimbalzo. Siamo ancora dietro (30-32) all’intervallo. Il terzo tempo va meglio, Bargnani trova il canestro, c’è più equilibrio e Prkacin si fa espellere per una manata a Mordente, anche se i croati chiudono ancora avanti di un punto (51-52). Ma rimontiamo e finisce 72-66 (Belinelli 15). L'Italia si ritroverà a Cagliari l’8 agosto.