Restauri al Lirico, Moratti e Finazzer preparano il piano sblocca lavori

Teatro Lirico, ultimo atto. Domani mattina il sindaco Letizia Moratti e l’assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory si incontreranno a Palazzo Marino per decidere le mosse, ma l’obiettivo è sbloccare una volta per tutte i lavori di restauro del Lirico Giorgio Gaber, praticamente fermi da un anno. Il Comune dovrebbe rescindere il contratto di concessione firmato nel 2004 con Ati,la cordata che fa capo all’imprenditore delle Officine Smeraldo Gianmario Longoni. L’ultimo richiamo era partito già a febbraio, perchè il teatro è chiuso addirittura dal 1998: Palazzo Marino aveva chiesto di sbloccare i cantieri per finire l’opera entro e non oltre due anni. Finazzer riferisce di un blitz pochi mesi fa per controllare a che punto erano le ristrutturazioni e ha definito la situazione «imbarazzante, ho trovato tre signori che ci lavoravano, per così dire».
Ora Palazzo Marino vuole riprendere in mano la situazione: ha chiesto a Longoni (che non navigherebbe in buone acque) una risposta definitiva entro dicembre, dato che il contratto di concessione in linea teorica non si può rescindere prima della fine dell’anno. Finazzer assicura che il teatro non corre rischi, perchè con o senza l’aiuto del privato verrà messo a norma con fondi in conto capitale. L’ultima parola domani mattina al sindaco.