Retata in 4 città Presi i terroristi pronti a colpire il giorno di Natale

Londra Dodici arresti in quattro città, torna lo spettro del terrorismo in Gran Bretagna: in un’operazione coordinata, agenti di quattro diverse forze di polizia del Regno hanno fatto irruzione nelle prime ore del mattino in alcune abitazioni a Londra, Stoke-on-Trent, Birmingham e Cardiff, arrestando i sospetti terroristi che secondo la polizia e i servizi di intelligence che li tenevano d’occhio da diversi mesi stavano progettando un possibile attentato con esplosivi.
John Yates, capo dell’antiterrorismo di Scotland Yard, ha affermato che gli uomini, tutti tra i 17 e i 28 anni di età, verranno interrogati nei giorni scorsi e che le perquisizioni sono ancora in corso in un certo numero di abitazioni. Sebbene l’indagine sia ancora agli inizi, ha sottolineato Yates, gli arresti sono stati «assolutamente necessari a mantenere al sicuro il pubblico». Il livello di allerta in Gran Bretagna, ha aggiunto infine, resta elevato - il secondo per gravità nella scala della paura - ed è dunque «essenziali che tutti restino vigili» e segnalino subito alla polizia qualsiasi comportamento o episodio sospetto.
Tutti i sospetti sono originari del Bangladesh. L’operazione non avrebbe nulla a che fare con l’attentato di Stoccolma o con la bomba nascosta in un pacco postale in Yemen. L’attentato che i sospetti progettavano, afferma la Bbc, non era né imminente né «in stile Mumbai».