Retata di pusher nella movida

Steward e Cc contro ambulanti e spacciatori

Non si può proprio dire che il pusher della Guinea abbia avuto un occhio clinico: l’altra sera, tra i tanti frequentatori di corso Como, ha infatti avuto la brillante idea di offrire cocaina («buona e a soli 50 euro») a un appuntato dei carabinieri. Finendo prontamente in cella, subito seguito da due colleghi del Senegal, anche loro sorpresi nella retata anti spaccio organizzata dalla compagnia Duomo.
E nel frattempo i commercianti si sono consorziati e hanno ingaggiato un gruppo di «steward» con il compito di tener d’occhio il corso, chiamare carabinieri o polizia nel caso di problemi. Oppure semplicemente assistere i clienti in difficoltà.
«Ottima l’azione dei carabinieri - afferma il vice sindaco Riccardo De Corato -. Così come l’iniziativa dell’associazione Pubblici Esercizi di utilizzare steward per il monitoraggio del territorio. Mi sembra rientri perfettamente in quell’idea di sicurezza partecipata, visto che mira a segnalare alle forze dell’ordine il verificarsi di certi reati. Ed è ben altra cosa rispetto al ricorso a una giustizia fai-da-te che va assolutamente evitata» (...)