«Una rete ciclabile potrebbe snellire il traffico in centro»

«La zona 1 presenta criticità diverse rispetto alle periferie, ma anche gli abitanti del centro hanno i loro problemi». Parola di Micaela Goren Monti, presidente del consiglio di zona 1. «Traffico e inquinamento acustico mettono a dura prova la resistenza dei residenti - spiega -. Succede per esempio alle Colonne di San Lorenzo e all’Arco della Pace, dove i locali notturni e il via vai di ragazzi provocano qualche disagio. Poi c’è la questione dei mezzi pubblici, soprattutto i tram. Quelli più vecchi fanno molto rumore». Per non parlare della raccolta dei rifiuti. «In alcune zone - continua il presidente - le strade vengono pulite alle 2 di notte, mentre sacchetti e vetro vengono ritirati alle 6 del mattino. Questo significa che centinaia di persone non riescono a dormire».
Anche la mancanza di piste ciclabili contribuisce a peggiorare la qualità della vita e della circolazione. «È da tempo che chiediamo la creazione di una grande rete ciclabile in tutto il centro storico - conferma Goren Monti -, ma per il momento il progetto è fermo e le corsie riservate agli amanti delle due ruote non sono sufficienti». Come i parcheggi sulle strisce gialle, quelli riservati ai residenti. «Rispetto alle altre zone qui ce ne sono meno - afferma il presidente -, per questo chiediamo la possibilità di sostare gratis anche sulle blu».
Fra tanti problemi spuntano anche progetti. Belli. Come i Centri di aggregazione: «Offriamo a bambini e anziani la possibilità di stare insieme e di seguire corsi di musica, musicoterapia, capoeira. Senza dimenticare i dibattiti culturali».