Rete civica, un sito per le elezioni a «tu per tu» con tutti i candidati

Un «blog» che servirà per dialogare e far domande agli aspiranti sindaci

Un'area di discussione aperta, su temi scelti da associazioni e cittadini, per dialogare con i candidati sindaco alle prossime comunali. Così si propone il sito www.ComunaliMilano2006.it, promosso dalla Rete Civica di Milano e realizzato dal laboratorio di Informatica civica dell'Università degli Studi, che alla Rete Civica ha dato vita nel 1994. Il sito è stato pensato come spazio di dialogo tra candidati e cittadini per «fare delle prossime elezioni - spiegano i promotori - un'occasione per riprendere a dialogare e progettare il futuro di Milano in modo aperto a tutti, attento ai temi della qualità della vita, della solidarietà, dell'innovazione, usando la rete per raccogliere e consolidare il sapere diffuso in città». A presentare l'iniziativa, ieri mattina presso il dipartimento di Informatica e comunicazione dell'Università degli Studi, è stata Fiorella De Cindio, professore associato di Fondamenti di sistemi distribuiti e comunità virtuali dell'ateneo, e tra i fondatori della Rete Civica che dal 1998 è Fondazione partecipata dalla Università degli Studi, dalla Provincia, dalla Camera di Commercio e dalla Regione.
«Le associazioni sono invitate ad aderire - ha spiegato De Cindio - per proporre i temi e indicare anche un “facilitatore” con il compito di tenere viva la discussione on line, mentre abbiamo predisposto un “galateo” che chi parteciperà ai forum dovrà rispettare, perché la discussione resti rispettosa e in tema». Sono intervenuti alla presentazione ieri mattina i quattro candidati alle primarie dell'Unione, Bruno Ferrante, Dario Fo, Milly Moratti e Davide Corritore. «Il sito - ha precisato De Cindio - propone la discussione a tutti i candidati sindaco, di qualsiasi forza politica, ognuno dei quali potrà avere uno spazio personale in cui presentare la propria storia, le ragioni della candidatura e il programma e anche aprire un proprio blog». Previsti anche dei meccanismi di moderazione: i messaggi inviati vengono resi leggibili solo dopo che se ne sarà verificata la pertinenza con i temi in discussione.
Fra le associazioni che hanno già aderito all'iniziativa ci sono il Coordinamento dei Comitati milanesi, Ciclobby, il Circolo Culturale Bertolt Brecht, i City Angels, La Fabbrichetta, Legambiente, Libera Lombardia, Obiettivo Città, Terre di Mezzo, Vivibicocca e Wwf Lombardia.