Una rete in continua espansione

Valencia, la terza città della Spagna dopo Madrid e Barcellona, è servita da tre linee metropolitane: L1, L3 e L5, oltre chee da una linea di metrotramvia. Le tre linee di metropolitana sono state costruite indipendentemente dalla più antica rete di collegamenti ferroviari inaugurata nel 1888 e battezzata El trenet de Valencia. Nei primi anni Ottanta la società Feve (Ferrocarrilles Espanoles de Via Estrecha) realizzò il tunnel che al centro della città collega le due linee settentrionali con quella meridionale. Il tunnel è stato inaugurato nel 1988, cento anni dopo l’ingurazione della prima linea ferrata, e soltanto da quel momento che le ferrovie urbane prendono il nome di «metropolitana». La linea L1, dove si è verificato il deragliamento, è la più grande e si estende nelle aree centrale e occidentale della città in quattro direzioni, nello specifico Empalme-Betera, Empalme-Lliria, Empalme-Torrent, Torrent-Villanueava de Castellon. La metropolitana di Valencia trasporta circa 61 milioni di passeggeri ogni anno. Comprende oltre 116 stazioni, 23 sotterranee e 93 in superficie. I treni che circolano ogni giorno sono 88.