La rete d’agenzie si specializza Un pool ad hoc sulla previdenza

Più di 700 agenzie in appalto, 1.500 agenti e una struttura di circa 2.500 venditori dipendenti, che opera sotto il diretto controllo della compagnia. Questi i numeri della rete commerciale di Assicurazioni Generali. Si tratta per lo più di giovani, seguiti nella loro formazione professionale con attenzione e costanza che costituiscono la rete dalla quale vengono scelti i futuri agenti della compagnia. Oltre a queste figure, una fitta rete di collaboratori, subagenti e impiegati delle agenzie garantiscono il quotidiano servizio di assistenza e consulenza ai 2,6 milioni di clienti. Un sistema nel quale le risorse umane crescono e sviluppano competenze richieste per il ruolo di assicuratore, ma anche un forte senso di appartenenza a un gruppo leader come Generali.
Alla luce delle tendenze di mercato e dei vincoli/opportunità del recente contesto normativo, Assicurazioni Generali sta focalizzando le proprie scelte strategiche sulla rete agenziale ritenendola un asset chiave, e le principali direttrici di questo sviluppo sono la professionalità e la specializzazione della rete. L’investimento nella professionalità dei network distributivi, prima ancora di essere un requisito richiesto dalla normativa, è un’esigenza dei clienti, che per Generali è sempre stata uno dei pilastri su cui si è basata la qualità del servizio verso la clientela. Il registro unico degli intermediari assicurativi, l'adempimento degli obblighi formativi e l’adeguatezza della vendita alle richieste dei clienti non hanno cambiato le modalità di vendita sul mercato, se non negli adempimenti formali richiesti.
Il punto di svolta sta invece nella specializzazione e nella diversificazione delle singole componenti all’interno delle reti tradizionali. Generali ha in atto una strategia di specializzazione delle reti, sia in funzione dei grandi comparti del mercato (corporate, retail) sia rispetto alle singole aree di business. Data la delicatezza del tema previdenza, Generali ha dedicato un pool selezionato di venditori dipendenti formati alle tematiche giuridico-amministrative ed economiche che, in sinergia con il canale tradizionale, sta lavorando per dare adeguate risposte ai lavoratori che devono impegnare profittevolmente il proprio Tfr e supportare le aziende. É proprio attraverso l’evoluzione del modello agenziale tradizionale che le Generali cercano, da un lato, di soddisfare le esigenze del cliente e dall’altro di fronteggiare la crescente competizione, sia di natura internazionale, sia cross-settore.