In Rete «Il dottor Zivago» diventa un giallo giudiziario

La storia dei rapporti tra Boris Pasternak (nella foto), il potere sovietico, la casa editrice Feltrinelli e Sergio D’Angelo, il giornalista che portò in Occidente il manoscritto del Dottor Zivago, si trovano all’indirizzo Internet www.pasternak-2.com. Nel sito vengono descritti anche i retroscena delle attuali polemiche tra il figlio di Pasternak e la figlia di Olga, la donna amata da Boris e modello della protagonista del celebre romanzo, riesplose proprio mentre la Feltrinelli festeggiava con un convegno il cinquantenario della pubblicazione del libro. Il volume delle Edizioni Bietti, Il caso Pasternak, scritto da D’Angelo, compare nella home page del sito. Viene anche riportata la notizia che il noto giornale moscovita Izvestia ha pubblicato recentemente una dichiarazione di Evgheni Pasternak, figlio del grande poeta e scrittore, che accusa il giornalista di aver intascato 10 milioni di dollari grazie alla vicenda del Dottor Zivago.