La rete milanese per Parisi

Politici, docenti e imprenditori: ecco chi sostiene la sfida liberal-popolare

Stefano Parisi tesse la sua tela. Con grande riserbo lavora all'appuntamento del 16 e 17 settembre, la convention in cui prederà forma la sua idea di centrodestra, la sua proposta, anzi, per un polo «liberal-popolare» alternativo al Pd e ai 5 Stelle. La «missione» dell'ex candidato sindaco nasce da Milano e dalla campagna elettorale per Palazzo Marino: «rigenerare» lo schieramento dei moderati italiani. Forme, contenuti e profili di questo centrodestra parisiano si conosceranno fra venti giorni, nel corso di questo evento di cui molto già si parla. La «Leopolda» di Parisi si dice, accostandola all'evento che ha dato forma e carburante alla sfida di Matteo Renzi dentro di Pd. Sulla «Leopolda» lib-pop si sa che non sarà destinata in primo luogo ai politici. Società civile, giornalisti, esperti, tecnici.