Retromarcia in autostrada

Per carità, la politica non c’entra nulla. Non c’entrava nella questione Telecom, figuriamoci ancor prima per le autostrade. Prodi assicura, intervistato dalla Vanguardia: «Su Abertis la nostra preoccupazione era che si completassero le regole di investimento che caratterizzano la concessione e questo era un requisito italo-italiano. Nessuna manovra antispagnola, e men che meno anticatalana». Non avete capito? Traduciamo: nessuna manovra, era solo una retromarcia.